Che cos'è il pellet?

Combustibile ecologico

Il pellet è un prodotto totalmente naturale derivato dal legno vergine del bosco o dagli scarti di segheria derivati dalla lavorazione del legno.

Esso viene ottenuto attraverso delle semplici procedure meccaniche che prevedono la pressatura della segatura. Il prodotto finito è completamente ecologico e rispettoso dell’ambiente, presenta un contenuto d’acqua molto basso, un elevato potere calorifico, un diametro di circa 6-12 mm ed una lunghezza di circa 15-50 mm.Telo Combustibili vi propone solo pellet certificato, un grande magazzino per lo stoccaggio del pellet ci permette di mantenere il prodotto ad una umidità ottimale e protetto dal sole fino al momento della consegna. Grazie a questo, siamo in grado di garantire la fornitura di pellet durante tutto l’anno.


 In seguito troverete le certificazioni e gli attestati più noti e diffusi che potrete trovare nel nostro sito con le conseguenze possibili consumando un pellet non certificato.



pellet
ENplus A1/A2

DIN plus

DIN 51731

 

Le certificazioni DINPLUS (tedesca) ed EN PLUS (internazionale) vengono rilasciate ai produttori e rivenditori che ne fanno richiesta (questo ha un costo).

Con questa certificazione, ai produttori vengono effettuati dei controlli sulla produzione, sull’origine, sull’ imballo e sulle caratteristiche tecniche (chimiche e fisiche) del pellet mentre ai rivenditori vengono effettuati controlli sulla parte terziaria, ovvero il carico e lo scarico di esso, fornendo così una garanzia di qualità.

Un pellet non certificato potrebbe anche essere valido ma uno con una certificazione come la DIN PLUS o la EN PLUS lo è sicuramente ed oltre ogni dubbio.

 

Una delle conseguenze più frequenti, e anche più fastidiose, dell’utilizzo di pellet non certificato è l’eventualità che l’impianto di riscaldamento si sporchi molto in fretta, e diventi quindi necessario pulirlo più spesso del normale. Inoltre i pellet scadenti hanno un potere calorifico molto basso, che non arriva ai rendimenti dichiarati dal produttore: ciò porta l’utente finale a lamentarsi del fatto che la sua stufa bruci tanto, ma non scaldi abbastanza, quando invece la colpa è da attribuire unicamente al combustibile. Oppure ancora può accadere il contrario, ovvero che il pellet abbia un potere calorifico troppo alto, finendo per deformare le parti interne della camera di combustione, che dovranno poi essere sostituite. In questi casi la garanzia degli impianti decade, poiché si è contravvenuto a quanto scritto nel manuale di utilizzo, ovvero la necessità di utilizzare un pellet di qualità.

Share by: